Patente Nautica: i vantaggi di essere un Capitano

Il fascino della vela continua a incantare tantissimi italiani che in questi anni hanno scelto la barca a vela per godersi appieno le suggestioni e gli splendidi panorami offerti dal nostro mare. Pur avendo accusato grandi perdite del turismo extra europeo, rilevando alcune criticità nel settore del turismo nautico, in questi anni il fatturato del settore ha dimostrato solidità, in particolare per quello che riguarda l'acquisto di Mega Yatch e con un notevole incremento del leasing nautico. Per questo motivo, sempre più persone decidono di conseguire la patente nautica e il numero di offerte di corsi di vela si sta diffondendo a macchia d'olio in tutta la penisola.

 

Che cos'è la patente nautica?

La patente nautica è un'abilitazione completa per tutti i tipi di imbarcazioni: da quelle a vela a quelle a motore. Si può ottenere dal diciottesimo anno di età e consente a tutti coloro che la posseggono di poter navigare in mare in massima libertà. In Italia, le imbarcazioni a vela possono essere condotte anche senza patente alle seguenti condizioni:

  • 14 anni per natanti a vela di superficie non superiore a 4 metri quadrati ed entro un limite di 400 metri dalla costa;
  • 16 anni per natanti in navigazione, entro le 6 miglia dalla costa;
  • 18 anni per natanti e imbarcazioni entro 6 miglia dalla costa.

Con il termine "natante" si intende uno scafo le cui dimensioni non superino in totale 10 metri e la particolarità della legislazione italiana, unica al mondo, è quella di permettere anche ai minori di poter condurre queste barche entro un certo limite dalla costa. Una barca a vela "natante" non è soggetta a immatricolazione, quindi è priva di targa perché viene considerata un bene mobile come una bicicletta. Inoltre, la possibilità di condurre una barca senza patente nautica è limitata nel caso di un mezzo a motore inferiore a 40 cavalli di cilindrata.

 

I diversi tipi di patente nautica

Una scuola di vela ben organizzata, che possiede mezzi adeguati e istruttori professionali, può offrire ai navigatori la possibilità di scegliere tra le due tipologie di patenti nautiche:

  • entro 12 miglia dalla costa;
  • oltre 12 miglia dalla costa.

Sul sito web www.viverelavela.com si possono reperire tutte le informazioni necessarie per fare una scelta. Vivere la Vela è una delle scuole di vela più complete che mette a disposizione, tra l'altro, corsi e nozioni di carteggio nautico, navigazione in oceano, meteo e una formazione completa per poter affrontare liberamente il mare senza confini.

 

Perché conseguire una patente nautica?

Un corso svolto per conseguire la patente, se fatto con un bravo skipper, può dare fin da subito i primi risultati e permette al navigatore di poter effettuare le prime manovre in tutta sicurezza. Basteranno quattro o cinque uscite in barca per imparare i termini fondamentali della navigazione in barca a vela, riconoscere e tenere un'andatura di navigazione (bolina, traverso, lasco) e riuscire a eseguire correttamente una virata oppure un'abbattuta.
I vantaggi di conseguire una patente nautica, stanno soprattutto nella libertà di poter scegliere la propria destinazione, quasi senza alcun vincolo, pur sempre ricordando che la prudenza in mare non è mai troppa.

Ricordiamo che è necessaria la patente nautica anche in alcune attività acquatiche come:

  • lo sci d'acqua;
  • la conduzione di moto ad acqua.

In genere, una scuola completa come Vivere la Vela offre, accanto ai corsi per conseguire la patente entro le 12 miglia o senza limiti, anche diversi corsi per perfezionare le proprie abilità in mare e sentirsi più sicuri e preparati.
Secondo i dettami del DPCM dell'8 marzo 2020, emanato a seguito alla pandemia da coronavirus, si può conseguire una patente nautica anche a distanza per calendarizzare poi le uscite in barca in un secondo momento. La possibilità di effettuare le lezioni di teoria online consente ai futuri comandanti di accedere non solo alla patente nautica entro le 12 miglia, ma anche quella completa che permetterà una navigazione senza limiti.

 

Condizioni obbligatorie di navigazione

Quando si consegue una patente nautica si apprenderanno, tra le altre cose, anche le condizioni alle quali il comandante si deve attenere, come il rispetto della documentazione di bordo, e delle dotazioni necessarie e obbligatorie. Per quanto riguarda queste ultime, può essere utile ricordare che è necessario dotare l'imbarcazione di:

  • cintura di salvataggio per ogni membro dell'equipaggio;
  • salvagente con cima di 30 metri e galleggiante;
  • pompa di sentina e un secchio;
  • estintore;
  • due boette fumogene;
  • una boetta luminosa;
  • due fuochi a mano a luce rossa;
  • apparecchio di segnalazione sonora;
  • razzi a paracadute a luce rossa;
  • una bussola;
  • un sistema di trasmissione ad alta frequenza (VHF).
  • Seppure il nostro Paese consente una serie di libertà in fatto di navigazione, conseguire una patente nautica consente non solo di acquisire la propria autonomia in mare ma anche di poter fare della navigazione una passione e un lavoro per la propria vita.