Come assemblare un computer

Oggi sempre più persone scelgono di assemblare un computer da zero poiché risulta notevolmente più economico rispetto all'acquisto di uno preassemblato. La cosa importante è tuttavia scegliere componenti di ottima qualità, e soprattutto prestare attenzione man mano che si procede con i vari passaggi.

Passaggio 1: montare l'alimentatore

In linea di massima, se abbiamo acquistato un case che non prevedeva un alimentatore, la prima cosa da fare sarà di montarne uno sull’apposito chassis, in modo che la ventola del dissipatore dello stesso sia orientata verso il retro. Inoltre prima di fissare l’alimentatore va prestata attenzione anche ai cavi affinché siano correttamente rivolti verso l'interno del case.

Passaggio 2: aggiungere il processore

Sebbene possiamo installare il processore del computer una volta che la scheda madre è collegata allo chassis del case, è sempre meglio fissarlo in anticipo sulla scheda madre. Premesso ciò, la prima cosa da fare è identificare lo spazio in cui andrà a collocarsi il processore che è facilmente individuabile, visto che è generalmente di grandi dimensioni e presenta diversi fori circolari. La corretta posizione sarà inoltre definita in base all'allineamento dello slot. Per questa operazione non bisogna però forzare, bensì lasciare che la CPU si integri nella calettatura del case agevolmente.

Passaggio 3: inserire la scheda madre

La prossima cosa da fare per assemblare un computer con il fai da te consiste nell’inserire la scheda madre sullo chassis del case, per il quale dovremo solo allinearla correttamente nell’apposita calettatura dopodiché fissarla con le viti che il produttore ha incluso nel kit di montaggio. A margine è importante aggiungere che dobbiamo verificare se i diversi connettori per gli alloggiamenti siano posizionati correttamente, in modo da poter successivamente montare le piastre che riteniamo necessarie per il nostro computer.

Passaggio 4: montare la RAM

I moduli RAM possono essere montati prima oppure dopo aver posizionato la scheda madre nello chassis, per cui indipendentemente dalla scelta una volta individuati i punti di appoggio presenti nel case e appositamente creati per far alloggiare la memoria RAM, dobbiamo posizionare con cura ciascun modulo su di essi. Nello specifico bisogna spingerlo lentamente senza esercitare alcuna forza fino a quando non si sente un clic che ci avvertirà della corretta installazione della memoria RAM.

Passaggio 5: collegare i cavi

Prima di continuare ad introdurre altri componenti aggiuntivi nel case, il consiglio è di collegare alcuni cavi alla scheda madre ed in particolare quello che conduce all’alimentazione. A tale proposito, va aggiunto che molte persone ritengono comodo anche collegare i cavi dal pannello frontale del case ossia sia quelli per l’accensione che per il Reset e i LED, nonché le porte USB e le periferiche. Per portare a buon fine questa operazione è meglio fare riferimento al manuale della scheda madre, dove è chiaramente indicato come devono essere collegati in base al modello. Premesso ciò, la prossima cosa da fare consiste nel collegare i dispositivi interni del computer a cominciare dal disco rigido. Quest’ultimo nello specifico va posizionato sul supporto che il case contiene, e una volta che sarà ben fissato con le apposite viti, si può procedere con il collegamento dei cavi. A tale proposito è doveroso sottolineare che tutti i dispositivi di archiviazione hanno due connessioni ossia una che va verso la scheda madre e l'altra sull'alimentatore. Da ciò si evince quindi che bisogna collegare il cavo di alimentazione allo slot del disco rigido, e poi quello che va dall'unità alla scheda madre.

Passaggio 6: verificare l’intero montaggio

Una volta terminato l’assemblaggio del computer prima di chiudere definitivamente il case e verificare il buon esito del lavoro, è consigliabile raccogliere tutti i cavi compresi quelli che sono rimasti sciolti in quanto non utilizzati, optando per del nastro isolante oppure per delle fascette in plastica dura preposte a questa funzione.