Gli Stati Generali delle Donne vi aspettano a Roma 5 dicembre 2014

10659203_360016334154913_2053854211208302302_n

Si avvicina un appuntamento molto importante per le donne italiane: Gli Stati Generali delle donne sono il summit di un lavoro che tutte noi stiamo portando avanti nei diversi territori italiani e sarà una grande occasione per portare a compimento un lavoro di rappresentazione delle nostre istanze con estrema concretezza.

I temi sui quali stiamo lavorando sono: - democrazia paritaria- lavoro- imprese/start up- donne&politica- stili di vita- giovani donne,confronti tra generazioni- donne &territorio- comunicazione- innovazione,nuove tecnologie- i processi di integrazione,le famiglie migratorie- leadership- politiche ed azioni intorno al Mediterraneo- cambiamento- potere- creatività- fragilità economica e sociale- sport - formazione /educazione

Gli Stati Generali si svolgeranno il 5 dicembre a Roma presso il Parlamento Europeo presso la Sala delle Bandiere,dalle ore 9 alle ore 18,30 ,no stop. L’ingresso e la partecipazione  sono gratuiti . 

“Stati Generali delle donne “, prima edizione: un lungo lavoro di due anni condotto nei territori italiane con  ”Donne che resistono”e  ”Donne che ce l’hanno fatta “oltre ad  esperienze regionali di rilevante interesse.

L’evento, oltre 150 adesioni confermate. In programma relazioni e  speech di imprenditrici,lavoratrici,studiose,giornaliste,esperte,insegnanti,creative,startupper,tecnologiche,politiche,amministratrici,per parlare concretamente delle istanze delle  donne  che vivono in Italia.

L’Italia continua a non essere un Paese per  donne.Molto variegato il panel delle relatrici. Alto il profilo  de/delle i rappresentanti istituzionali. In conclusione  dei lavori redazione  di un documento da  consegnare alle sedi istituzionali per tracciare programmi  di intervento concreti  a favore della componente femminile. Il documento costituirà la base  di una piattaforma  che ci  condurrà verso la ” Conferenza Mondiale delle donne.Pechino vent’anni dopo”  che  si svolgerà a Milano,in Expò nei  giorni 26 – 27- 28 settembre 2015. Al centro il tema del lavoro delle  donne nel mondo.

Si  stanno raccogliendo i curricula delle  donne per costruire la mappatura delle  competenze delle  donne, per i prossimi incarichi istituzionali e nelle aziende. E possibile inviare il proprio cv a statigenerali.donne@libero.it

Per seguire sui social:

Il sito degli stati generali : https://statigeneralidonne.wix.com/stati-generali

La pagina Facebook:          https://www.facebook.com/groups/1427604680829903/

video di presentazione      https://www.youtube.com/watch?v=N5-B7eA31DE

Hashtag dell’evento:  #statigeneralidelledonne

Per partecipare si può confermare registrazione  via email statigenerali.donne@libero.it

Chi verrà non rimarrà deluso!

 

Grazie alla #wistersister Milly Tucci  che ha raccolto per noi maggiori informazioni sull’iniziativa attraverso la mini intervista ad una delle organizzatrici dell’evento, l’anima e il cuore di questa attività Isa Maggi, e che vi proponiamo:

COME E’ NATA QUESTA IDEA?

Gli Stati Generali delle donne sono il summit di un lavoro che tutte noi stiamo portando avanti nei diversi territori italiani e sarà una grande occasione per portare a compimento un lavoro di rappresentazione delle nostre istanze con estrema concretezza.

Gli Stati Generali si svolgeranno il 5 dicembre a Roma presso il Parlamento Europeo. Stiamo lavorando da due anni su questo progetto .E’ un immane lavoro di organizzazione e di coordinamento svolto con la pazienza e la tenacia di noi donne. Nel 2013 abbiamo girato l’Italia con il format ” Donne che resistono”.Quest’anno il tema è “Donne che ce l’hanno fatta” e abbiamo già fatto numerose tappe.Durante gli Stati Generali creeremo una piattaforma in vista della Conferenza mondiale delle donne del 2015 che realizzeremo a Milano in Expo il 26 27 e 28 settembre. Pechino vent’anni dopo.

Il tema che stiamo condividendo con associazioni ed enti europei ed internazionali è il lavoro,declinato all’interno delle tematiche di Expo 2015.

QUALI SONO GLI INTERVENTI PIÙ ATTESI?

Il tema del lavoro,della rappresentanza politica,della  cultura ed  anche il tema del cambiamento  oltre che  la piattaforma verso la Conferenza mondiale delle donne 

CI SONO ALTRI PAESI CHE ORGANIZZANO MANIFESTAZIONI SIMILI?

Nel gender tour che ho svolto nell’estate scorsa ho incontrato realtà interessanti nel Nord Europa e stiamo invitando  queste realtà molto attive alla Conferenza mondiale

QUALE LA PRIORITA’ DELLE PRIORITA’ PER LE DONNE ITALIANE?

Il lavoro è la priorità,ridare lavoro vuol  dire ridare  dignità ed  autonomia.