Il 2016: 70 anni dal primo voto delle donne in Italia

“Nel 2016 ricorrerà il settantesimo anniversario della prima volta in cui le donne italiane hanno esercitato il diritto di voto. Gran parte dei giovani e delle giovani ignorano che a lungo le donne non hanno avuto nel nostro paese tale diritto e che esso è stato il frutto di lunghe battaglie, iniziate già prima degli anni venti del secolo scorso; inoltre si assiste oggi a un grave processo di astensionismo, che rischia di minare il carattere democratico della nostra Repubblica.”

Così inizia la lettera che come WISTER insieme a molte altre associazioni e grazie al lavoro di Daniela Carlà, Marisa Rodano e Roberta Morroni, abbiamo inviato ai presidenti di Camera e Senato.

La lettera continua con la proposta seguente.

“Auspicheremmo perciò che il Parlamento adottasse un Atto di Indirizzo diretto a far promuovere nel paese, nelle scuole, nei Consigli Comunali, nei Municipi, nelle Aziende Pubbliche, iniziative e dibattiti diretti a far conoscere la storia della conquista del diritto di voto da parte delle donne in Italia e in Europa e a illustrare i cambiamenti nella legislazione e nella condizione sociale ed economica delle donne, che tale esercizio ha prodotto nel corso di questi settanta anni, chiedendo anche al Governo di prevedere i necessari contributi finanziari.”

Ci contiamo, buon lavoro, buone feste e soprattutto splendido 2016 a tutte.